Immagine non trovata

 
Ogni anno il 10 febbraio si celebra il  "Giorno del ricordo" per  conservare e rinnovare la memoria della tragedia delle foibe e  dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra.
 
Furono migliaia gli italiani che trovarono la morte nelle foibe, migliaia quelli costretti all’esodo  per sfuggire alla repressione e alla sistematica pulizia etnica attuata nei confronti dei cittadini italiani.
Fra gli scomparsi anche due Ebolitani,
 
Antonio Lambertino e Domenico Calabrese
 
due maestri che insegnavano a Cavle, a pochi chilometri da Fiume. La sera dell’11 giugno 1942, mentre ritornavano a casa, pochi minuti prima del coprifuoco, furono fermati da alcuni partigiani jugoslavi che li obbligarono a seguirli.  Di loro non si seppe più nulla.
Ai nostri concittadini scomparsi e a  tutte le vittime di quella che fu una vera e propria pulizia etnica,  va il commosso ricordo  del popolo ebolitano.
Dalla residenza municipale, 10 febbraio 2017
 
                                                                                                           Il Sindaco
                                                                                                      Massimo Cariello
locazione

Via Matteo Ripa n. 49

comune

Eboli

provincia

SA

Ultimo aggiornamento

Lunedi 28 Settembre 2020